La scelta del kimono (o per essere più precisi, “gi”) può essere difficile soprattutto se siete alle prime armi. Lo scopo di questo articolo è quello di fugare i vostri dubbi e offrirvi una panoramica completa delle possibilità a vostra disposizione.

Per effettuare una scelta corretta bisogna tenere presente alcuni fattori fondamentali, prima di parlare dei kimono veri e propri: gli sport in cui si utilizzano queste divise sono diversi e ognuna di esse ha delle specifiche di cui tener conto.

-Il Judo
- Il Karate (suddiviso a sua volta in Kumite e Kata)
- Il Brazilian Ju Jitsu (BJJ)

Il Karate si basa essenzialmente sull’esecuzione di colpi all’avversario e non prevede prese. Il Judo ed il BJJ invece sono sport a contatto pieno e prevedono prese e lotta a terra. Date le differenze tra questi sport, i kimono utilizzati sono differenti come taglio e peso della stoffa. Il kimono da Karate è chiamato Karategi, quello da Judo Judogi e da BJJ BJJgi. Il suffisso “gi” significa “uniforme”.

JUDOGI

Il judogi è composto da pantaloni di cotone molto ampi e robusti e una giacca di cotone a maniche lunghe con baveri da incrociare e legare con la cintura. La giacca è stretta in vita da una cintura, chiamata “obi” (di colore diverso a seconda del grado dell'atleta) ed è legata in modo particolare.

Il tessuto dei judogi è solitamente in cotone e a volte con percentuali in poliestere. Di solito i judogi hanno punti rinforzati in corrispondenza delle ginocchia, del colletto e delle spalle.

Il tessuto in cotone tende a restringersi un po’ quando lo si lava quindi è importante che sia in cotone pre-lavato o di un tessuto che non restringe. Il colore tradizionalmente usato per le uniformi è il bianco, ma sono disponibili anche judogi blu per esigenze di gara, per rendere più facile il riconoscimento degli atleti durante il combattimento.
Qui puoi trovare i nostri judogi.

KARATEGI

Il karategi è in qualche modo simile al judogi in quanto nasce da questo, però materiale e taglio della divisa sono generalmente più leggeri e cadono più larghi. A causa della natura del Karate (che pone l'accento sul colpire e il calciare), il karategi si è evoluto in modo da massimizzare velocità e agilità senza la necessità di un materiale ruvido e resistente come quello richiesto per le prese nel Judo e del BJJ.

Il karategi è composto da una giacca “uwagi” e dai pantaloni. Sopra la giacca viene legata la cintura, di colore diverso in base al grado dell’atleta. La giacca resta aperta sul petto e larga sulle spalle, ha delle falde frontali che si incrociano e si legano sui fianchi con apposite stringhe. I pantaloni sono corti (si fermano a metà tra ginocchio e piede) e larghi.

I kimono da Karate si distinguono poi tra quelli da Kata e da Kumite. Il Kata e il Kumite sono due delle componenti del Karate. Il primo è una dimostrazione in cui vengono valutate tecnica, potenza ed espressività. Il secondo è il combattimento vero e proprio contro un avversario.

Il Karategi del Kata ha un taglio a tre quarti, sia nelle maniche che nei pantaloni e il tessuto ha uno spessore maggiore, questa caratteristica produce un fruscìo che serve a capire se i movimenti dell’atleta sono eseguiti correttamente. Il Karategi usato nel Kumite è invece solitamente più leggero, in quanto deve facilitare i movimenti durante il combattimento.
Qui puoi trovare i nostri karategi per kata e qui i karategi per kumite.

BJJ GI

Il gi da BJJ è anch’esso composto da una giacca e pantalone in cotone rinforzati. Una cintura colorata è avvolta attorno alla giacca, sia per tenerla chiusa, sia per delinare il grado del dell’atleta. Il gi da BJJ è simile al judogi ma con delle differenze. Nel BJJ gli orli sono più spessi per pantaloni e maniche, mentre la parte del gi che sporge al di sotto della cintura è più corta. Un judogi può essere a volte indossato per tornei di BJJ, ma un gi da BJJ non è regolare per i tornei di judo.
Qui puoi trovare i nostri gi da BJJ.

LE TAGLIE DEI KIMONO

Judogi

La taglia va scelta sulla base dell’altezza (arrotondata per eccesso), o comunque leggermente più grande (per un’altezza di 1,75 m è consigliato un judogi 1,80 cm).

Karategi

Il karategi è solitamente morbido sul corpo, non deve aderire e deve permettere all’atleta di compiere i movimenti liberamente. La taglia migliore è quella che più si avvicina alla propria altezza, preferibilmente con qualche centimetro in più, in quanto questo tenderà a restringersi un po’ durante il lavaggio.

BJJ Gi

Le taglie dei BJJ Gi vanno da A0 ad A6 e corrispondono al peso e all’altezza dell’atleta. Purtroppo non ci sono dei valori assoluti: una A5 di una marca può corrispondere alla A4 di un’altra. Ogni produttore fortunatamente ha una tabella con le misure associate alla taglia. Bisogna anche qui considerare che il gi può restringersi un po’ dopo il lavaggio, è perciò preferibile scegliere una taglia leggermente più abbondante.

IL PESO (GRAMMATURA DEL TESSUTO)

Ultima specifica importante di cui tenere conto è la grammatura del tessuto. Questa è riferita al suo peso per metro quadro. Più la grammatura è alta e più aumenta la qualità e il costo del kimono.

  • Un karategi può pesare da 200 g/mq (da kumite) a 400 g/mq (da kata).
  • Un judogi può pesare da 300 g/mq a 700 g/mq
  • Un gi da BJJ di buona qualità pesa almeno 400 g/mq

Nel caso dei gi da BJJ bisogna tenere conto anche del tipo di tessitura. La tessitura può essere singola, doppia o gold.

Tessitura singola

Più leggera in quanto meno c’è meno tessuto per ogni metro quadro di stoffa. I gi a tessitura singola sono leggeri, più economici, ma dureranno meno. Questi sono adatti ai bambini e ai principianti.

Tessitura doppia

Composta da 2 strati di tessitura singola, sono più pesanti e resistenti e di costo maggiore. Sono consigliati per atleti esperti e per chi cerca la massima qualità.

Tessitura gold

Essa unisce la qualità della tessitura doppia con la leggerezza della tessitura singola. La più pregiata fra le tre, viene usata soprattutto nelle competizioni e vengono richieste prestazioni elevate.

Ora che conoscete le varie differenze tra i “gi”, non resta che visitare la nostra sezione dedicata ai kimono.